L’ingegno contro la pandemia

Il Covid 19, che ha sconvolto il nostro modo di vivere, ha stimolato la ricerca non solo nel settore farmaceutico. A distanza di più di un anno dalla sua diffusione, sono stati scoperti dei vaccini, ma anche trovate soluzioni per sanificare l’aria che respiriamo in casa o in ufficio. Tra i prodotti sul mercato di produzione e tecnologia italiana il ventilconvettore della Aermec Serie FCZ H con lampada germicida ad effetto foto-catalitico e la lampada sanificatrice di Beghelli .

La SanificaAria Beghelli 30 è stata progettata per sanificare in continuo aria negli ambienti. E’ dotata di una tecnologia brevettata uvOxy®, progettata per garantire efficacia di trattamento e massima sicurezza e utilizza una lampada ad emissione intensiva di raggi UV-C.

L’efficacia è testata fino al 99,9% su virus e batteri con nessuna emissione di Ozono ed esposizione a sorgenti UV-C . Si tratta di un sistema di ventole che canalizza l’aria all’interno di SanificaAria 30 e, a contatto con la luce ultravioletta, ne esce sanificata. Questo sistema abbatte fino al 99,9% di virus e batteri e non ha nessuna controindicazione. L’efficacia del sistema uvOxy® è stata testata da Gelt International, società di consulenza scientifica, e Tecnal, laboratorio accreditato UNI CEI EN ISO/IEC 17025:2018, che hanno effettuato test di efficienza germicida.

Il SanificatoreAria Beghelli – ci comunica l’ufficio marketing – è stato adottato da molte scuole italiane perchè permette l’uso in presenza di persone in totale sicurezza“.

L’attuale pandemia ha suscitato un forte interesse per la qualità microbiologica dell’aria in ambienti chiusi, che è ora considerata una importante fonte di trasmissione per agenti infettivi. Infatti, oltre a SARS-CoV-2, sono decine i microrganismi che possono essere trasmessi per via aerea e che possono essere presenti in elevata concentrazione negli ambienti chiusi di uso comune. Una volta attuate le misure di protezione individuale, il controllo microbiologico dell’aria in una stanza in cui sia presente un soggetto infetto può essere garantito anche da dispositivi UV-C accoppiati a sistemi di ventilazione forzata per assicurare la completa miscelazione dell’aria.” ha dichiarato la Paola Brun, ricercatrice del Dipartimento di Medicina Molecolare dell’Università degli Studi di Padova “Se usati seguendo le indicazioni di modi e tempi di funzionamento, gli apparati dotati di ventilazione forzata e tecnologia UV-C sono capaci di trasportare gli agenti microbiologici eventualmente presenti in una stanza in prossimità della sorgente UV dove vengono inattivati.” (clicca per approfondire la tecnologia)

Il gruppo Beghelli è stato fondato nel bolognese nel 1982 da Gian Pietro Beghelli e progetta, produce e distribuisce – anche con offerta abbinata di prodotti e servizi – apparecchi per l’illuminazione tecnico professionale. E’ leader italiano nel settore dell’illuminazione di emergenza e realizza inoltre sistemi elettronici per la domotica e la sicurezza industriale e domestica. Negli anni, gli investimenti sulla qualità dell’offerta e sul marchio Beghelli – conosciuto dall’84% della popolazione italiana (fonte Doxa) – hanno contribuito all’affermazione del Gruppo nei tradizionali settori di attività e rappresentano una garanzia di successo nel lancio dei nuovi prodotti. Nel 2019 il fatturato consolidato del Gruppo Beghelli è di 152 milioni di Euro. Il Gruppo conta oggi circa 1.200 dipendenti e comprende, oltre a Beghelli S.p.A., realtà industriali operanti nel campo della ricerca, della produzione e della commercializzazione in Europa, Cina, Stati Uniti e Messico. E’ quotata in borsa dal 1998.

Questa attenzione verso l’aria di casa ci prefigura un futuro dove in casa non ci sarà solo aria “condizionata” per ridurre il caldo estivo e scaldare in inverno, ma anche un sistema di riduzione e filtraggio delle sostanze dannose che respiriamo. Questo non significa tuttavia che non dobbiamo preoccuparci dell’area “fuoricasa” per cui, sempre un’azienda italiana distribuisce una pittura nata da un brevetto made in Italy che riduce le sostanze inquinanti: Airlite. La sua efficacia è dimostrata sia in spazi interni che esterni ed ha ricevuto 27 premi internazionali per l’efficacia finalizzata all’ eliminazione dei batteri, nella riduzione di inquinanti come NOx, SOx, NH3, CO e nell’abbassamento della temperatura superficiale.

Queste sono solo alcune delle tecnologie che possono aiutarci a vivere meglio e con Il bello di Casa le scopriremo insieme. Seguici.

Pubblicato da

giornalista professionista, psicologa, curatrice d'arte, scrittrice

Rispondi