La casa dei sogni di Roberto

Il 2 febbraio di 7 anni fa, in via Rembrandt 12 a Milano, si è avverato un sogno: la casa di Roberto, all’anagrafe Roberto Chiapella, che immaginava di aprire un giorno una biblioteca a casa propria. Non aveva a disposizione un palazzo, nè una villa con giardino, ma un appartamento in un complesso condominiale di 72 famiglie dove vive da quarant’anni. L’occasione si è presentata quando è stata chiusa la portineria e, con la collaborazione di altri due condomini e, soprattutto dell’amministratore di condominio che si era innamorato dell’idea, è riuscito a superare anche la più ostinata resistenza: aprire la porta della biblioteca, e quindi del condominio, al pubblico esterno offrendo un servizio al quartiere e alla città

Continua a leggere